Insegna l’inglese a tuo figlio

Insegna l’inglese a tuo figlio

In molti oggi ritengono che l’apprendimento dell’inglese sia di primaria importanza e dunque un elemento da non trascurare considerato il suo ruolo fondamentale nel mondo globalizzato. Ogni genitore è senz’altro consapevole che conoscere la lingua prediletta dal pianeta può aprirci un sacco di porte, ma quello di cui molti non si rendono conto è quanto sia possibile da genitori contribuire al successo, o all’insuccesso, del proprio figlio nell’apprendimento di una lingua straniera. Non bisogna essere insegnanti per insegnare l’inglese, anzi. Anche a te, genitore, non mancano gli strumenti per insegnare l’inglese a tuo figlio. Hai soltanto bisogno di sapere come utilizzarli.

  1. Manifesta a tuo figlio il tuo entusiasmo per la lingua

Una delle cose più importanti da fare quando si insegna l’inglese ai bambini o ai ragazzi è quella di creare associazioni positive con la lingua. Se il tuo obiettivo è quello di far apprendere l’inglese a tuo figlio, fagli capire quanto ci tieni. Per tuo figlio tu sei il suo eroe e per questo cercherà inevitabilmente di accontentarti. Deve percepire che trai piacere dall’uso dell’inglese, sia guardando un film che ascoltando la musica, leggendo un libro o da una semplice conversazione – qualsiasi cosa che coinvolga l’uso spontaneo dell’inglese nella vita di tutti i giorni. E non è altro che un modo per continuare a imparare e migliorarsi oltre che per stimolarli mentalmente e trasmettergli la tua stessa passione.

  1. Fa sì che tuo figlio sia costantemente esposto all’inglese

Il miglior modo per imparare una lingua è quello di starci costantemente a contatto, in modo significativo, pertinente e prolungato. Va da sé, dunque, che l’apprendimento di una lingua si presenta come un flusso continuo che prevede degli INPUT (lingua in entrata), un periodo di ASSIMILAZIONE degli input (“periodo silenzioso”) e infine degli OUTPUT (lingua in uscita). Prima tuo figlio verrà a contatto con l’inglese e più questo contatto sarà piacevole, più la lingua verrà da sé.

Eccoti alcuni consigli pratici che potrebbero servirti a incrementare la quantità e la qualità del contatto con l’inglese:

  • Inglese a casa (anche se pensi che il tuo inglese non è perfetto). Come punto di partenza ricorri a situazioni quotidiane. Al mattino, prima di portarlo a scuola, l’aiutarlo a prepararsi può darti modo di parlare di vestiti, come la cena può essere l’occasione perfetta per parlare del mangiare. E ricordati che questo è solo il momento in cui stai seminando. La pianta crescerà sempre di più fino a diventare un albero rigoglioso.
  • Gioco – “Il gioco è il lavoro del bambino”, come sosteneva Maria Montessori, ed è essenziale per il suo apprendimento. Fai ricorso a giochi semplici che conosce già in italiano e che gli faciliteranno l’utilizzo dell’inglese, come ad esempio Indovina chi? e Uno o Monopoly per i più grandi. Qui puoi trovare un sito sicuro e interessante dedicato ai giochi per bambini e ragazzi: http://learnenglishkids.britishcouncil.org/en/games
  • Musica e lettura – I bambini più piccoli amano le storie e le canzoni. Queste attività creano un bellissimo momento di condivisione tra genitori e figli e l’opportunità di imparare nuovi vocaboli e prendere dimestichezza con la musicalità propria della lingua. Clicca qui: http://learnenglishkids.britishcouncil.org/en/songs
  1. Stabilisci una routine

Sono perfettamente conscio nel fatto che l’inglese come “lingua di casa” potrebbe sembrare una forzatura o diventare alla lunga stressante, ma basterebbe dedicargli un momento della giornata e si rivelerà comunque produttivo. I bambini amano inserire le loro attività in una routine e imparano per imitazione – questo dà loro un senso di ordine e stabilità che consente loro di sapere quali saranno i programmi della giornata. Questa sensazione è resa particolarmente esplicita nel famoso estratto de Il Piccolo principe in cui la volpe invita il bambino a presentarsi sempre alla stessa ora in modo tale che la volpe possa preparsi al suo arrivo.

Se tu per esempio, vieni a trovarmi tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre incomincerò ad essere felice. Col passare dell’ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità! 

Il piccolo principe – Antoine de Saint-Exupéry

Dunque prendi la cena o l’ora di andare al letto come momento di conversazione in inglese oppure, come alternativa, creati un angolo dedicato all’inglese in casa dove giochi o leggi in inglese ogni giorno e allo stesso momento della giornata; sarai tu a decidere quello che funziona meglio per la tua famiglia.

  1. Focalizzati sulle cose positive

Ricordati sempre come è importante creare associazioni positive con l’inglese nella mente di tuo figlio. Parlare inglese è cosa divertente e un vanto. Non deve essere qualcosa di stressante o di forzato, qualcosa che possano respingere. Elogia l’impegno che ci mette e non lo forzare mai a parlare; piuttosto, utilizza frasi che non richiedono una risposta esplicita in inglese, bensì un semplice sì, no o l’utilizzo dei gesti. A questo punto basta che abbiano capito. Hai appena seminato, adesso è l’ora di annacquare.

  1. Insegnagli vocaboli, non la grammatica

I bambini non sanno cosa sia la grammatica, non c’è bisogno di insegnarla e anzi, insegnarla può essere addirittura dannoso. Piuttosto, focalizzati nel far arricchire il lessico di tuo figlio creando associazioni tra parole e cose o parole e significati (non la loro traduzione!) affinché diventino automatiche. Come punto di partenza puoi usare i numeri, i colori, gli aggettivi più comuni, il corpo, i giocattoli, i vestiti, gli animali (domestici, della fattoria, selvatici), il cibo ecc.

Dunque, in bocca al lupo e ricorda, sii paziente, divertiti e semplificagli la vita. Non è difficile e pensa che un giorno tuo figlio ti ringrazierà per questo. Non perdere un giorno in più!

Un caro saluto,

Tim

ilmente di accontentarti. Deve percepire che trai piacere dall’uso dell’inglese, sia guardando un film che ascoltando la musica, leggendo un libro o da una semplice conversazione – qualsiasi cosa che coinvolga l’uso spontaneo dell’inglese nella vita di tutti i giorni. E non è altro che un modo per continuare a imparare e migliorarsi oltre che per stimolarli mentalmente e trasmettergli la tua stessa passione.

  1. Fa sì che tuo figlio sia costantemente esposto all’inglese

Il miglior modo per imparare una lingua è quello di starci costantemente a contatto, in modo significativo, pertinente e prolungato. Va da sé, dunque, che l’apprendimento di una lingua si presenta come un flusso continuo che prevede degli INPUT (lingua in entrata), un periodo di ASSIMILAZIONE degli input (“periodo silenzioso”) e infine degli OUTPUT (lingua in uscita). Prima tuo figlio verrà a contatto con l’inglese e più questo contatto sarà piacevole, più la lingua verrà da sé.

Eccoti alcuni consigli pratici che potrebbero servirti a incrementare la quantità e la qualità del contatto con l’inglese:

  • Inglese a casa (anche se pensi che il tuo inglese non è perfetto). Come punto di partenza ricorri a situazioni quotidiane. Al mattino, prima di portarlo a scuola, l’aiutarlo a prepararsi può darti modo di parlare di vestiti, come la cena può essere l’occasione perfetta per parlare del mangiare. E ricordati che questo è solo il momento in cui stai seminando. La pianta crescerà sempre di più fino a diventare un albero rigoglioso.
  • Gioco – “Il gioco è il lavoro del bambino”, come sosteneva Maria Montessori, ed è essenziale per il suo apprendimento. Fai ricorso a giochi semplici che conosce già in italiano e che gli faciliteranno l’utilizzo dell’inglese, come ad esempio Indovina chi? e Uno o Monopoly per i più grandi. Qui puoi trovare un sito sicuro e interessante dedicato ai giochi per bambini e ragazzi: http://learnenglishkids.britishcouncil.org/en/games
  • Musica e lettura – I bambini più piccoli amano le storie e le canzoni. Queste attività creano un bellissimo momento di condivisione tra genitori e figli e l’opportunità di imparare nuovi vocaboli e prendere dimestichezza con la musicalità propria della lingua. Clicca qui: http://learnenglishkids.britishcouncil.org/en/songs
  1. Stabilisci una routine

Sono perfettamente conscio nel fatto che l’inglese come “lingua di casa” potrebbe sembrare una forzatura o diventare alla lunga stressante, ma basterebbe dedicargli un momento della giornata e si rivelerà comunque produttivo. I bambini amano inserire le loro attività in una routine e imparano per imitazione – questo dà loro un senso di ordine e stabilità che consente loro di sapere quali saranno i programmi della giornata. Questa sensazione è resa particolarmente esplicita nel famoso estratto de Il Piccolo principe in cui la volpe invita il bambino a presentarsi sempre alla stessa ora in modo tale che la volpe possa preparsi al suo arrivo.

Se tu per esempio, vieni a trovarmi tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre incomincerò ad essere felice. Col passare dell’ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità! 

Il piccolo principe – Antoine de Saint-Exupéry

Dunque prendi la cena o l’ora di andare al letto come momento di conversazione in inglese oppure, come alternativa, creati un angolo dedicato all’inglese in casa dove giochi o leggi in inglese ogni giorno e allo stesso momento della giornata; sarai tu a decidere quello che funziona meglio per la tua famiglia.

  1. Focalizzati sulle cose positive

Ricordati sempre come è importante creare associazioni positive con l’inglese nella mente di t

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

× WhatsApp